Apicoltura a Napoli


I prodotti delle api

Le Prelibatezze di Nonno Luigi è un’azienda agricola ben consapevole dell’importanza svolta dal ruolo delle api, in tutto l’ecosistema mondiale, non solo, quindi, a livello di agricoltura e allevamento.

Inoltre, il miele italiano sta diventando una rarità, molti dei prodotti presenti nei supermercati vengono dall’estero, anche se la richiesta di miele di qualità è alta.
Per questo motivo, l’azienda ha fondato un comparto destinato all’apicoltura a Napoli.
Diventare apicoltori non è una decisione, ma una passione, che spinge verso il mistero della natura e della sua capacità di perpetrarsi ed evolversi.
Molti professionisti sono prima divenuti apicoltori amatoriali e il loro passaggio alla professione è stato più una scelta di vita, portata avanti con tanti rischi e incertezze.
Per essere "iniziati" all'apicoltura servono, oltre alla passione, le api, l'attrezzatura e un luogo idoneo.
Per localizzare una zona adatta al posizionamento dell’apiario, occorre tener conto della biologia degli insetti, che necessitano di fioriture alternate e continue nell'arco delle quattro stagioni, entro 3 km di distanza.

Le nostre arnie

Le Prelibatezze di Nonno Luigi tiene ben presente tutte le regole e le norme previste per un’apicoltura a Napoli biologica e rispettosa.
Non serve una qualsiasi fioritura, occorre precisare che sono necessarie specie produttrici di polline e nettare abbondante, a cui si deve aggiungere l’indispensabile presenza di una sorgente d'acqua, un luogo soleggiato e non troppo ventilato.

Inoltre, le norme di legge prevedono la distanza da strade e ferrovie di circa 15-20 m.
A ciò si somma che, per il benessere delle api, gli apiari con oltre 50 famiglie, tra arnie e nuclei, devono distare a 3 km da altri apiari.
Il diritto di prelazione spetta al primo apiario installato e a colui che è proprietario del terreno ove risiede.
L'attrezzatura si basa su di una o più arnie, uno o più nuclei o prendisciami, tuta, maschera, cappello, guanti, leva, spazzola, affumicatore, smelatore e molto altro ancora.
Le arnie possono essere di vari modelli, con una differenza sostanziale, costituita dal fatto che le arnie si dividono in favo a misura unica per nido e melario e arnie a misura maggiore per il nido e minore per il melario.
Gestire un'arnia con telaio a misura unica richiede fortissime fioriture e la capacità di gestire anche più nidi sovrapposti contemporaneamente.
( fino a 16/20 telai di covata ).
Nel nostro caso si impiegano semplici arnie Dadan da nomadismo a 10 telai con melario, poggiate su un supporto molto stabile con metodi dissuasori naturali contro le formiche, come colle, grassi, oli e repellenti non tossici. L’arnia verrà posizionata verso Sud, a piccoli gruppi di 2/5 per non perdere le bottinatrici.